Candidi crochi

L’epigramma, breve componimento nato come iscrizione da incidere su oggetti votivi e steli funerarie, divenne abbastanza presto un vero genere poetico, che accompagnò tutta la letteratura greca prima e bizantina poi. La sua eco è viva ancor oggi, ripresa ad esempio nei componimenti del poeta alessandrino Kavafis o dall’Antologia di Spoon River.
Sono qui raccolte per la prima volta tutte le voci femminili dell’epigramma greco, espressione di una delicatezza e di una raffinatezza proprie e spesso di difficile emulazione.
Il lettore così potrà ritrovare, in una preziosa traduzione poetica, le voci più celebri di Saffo, Anite e Nosside, e le meno note, ma non per questo meno raffinate, di Erinna, Moirò e Teosebea.

Un breve assaggio del testo

« da Anite

Ad una cavalletta
usignolo dei campi
e ad una cicala
abitante di querce
una tomba comune,
piangendo lacrime infantili, eresse
la piccola Mirò,
ché Ade inesorabile
le aveva strappato i suoi due balocchi. »

Candidi crochi
Poetesse dell’Antologia Palatina

ISBN: 9781326642815
prima edizione 2010

a cura e traduzione dal greco di Daniele Lucchini
testo greco a fronte

Ebook [pdf] – € 4,99

Brossura – € 12,90

La brossura è acquistabile anche su Lulu.
Acquista il formato ePub nella tua libreria online preferita.

Candidi crochi. Poetesse dell’Antologia Palatina
Tag:                 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: